Stampa

Due giovani innamorati, le cui rispettive famiglie osteggiavano il loro grande amore, fuggirono sul Monte della Valle. Una sera, la giovane, recatasi all’interno di una grotta, a seguito di un sortilegio si tramutò in capra. Dopo aver confessato al giovane di essere posseduta da una forza diabolica, scomparve.

Il giovane ricercò la propria amata per tre giorni e per tre notti fino a che, al culmine del dolore, bruciò la selva e, tornato alla grotta, cominciò a sbattere il capo contro la pietra fino a che anch’egli fu colpito da sortilegio: cambiò colore e si trasformò in un masso disposto a guardia della grotta.

 

 

Tratte da "Il Progetto Ecomuseo. Il Festival del Paesaggio", pp.19-20, Sistema Museale della Provincia di Ancona Pubblicazione fuori commercio. Isbn 9788894007114